• 31 Marzo 2017
  • 187

Scaligeri alle porte, vincere un obbligo.

Presentazione di Proger Chieti vs Tezenis Verona.

Le Furie all’ennesimo crocevia della stagione, arriva la squadra più in forma del girone, la Tezenis Verona. La compagine veneta, quattro vittorie nelle ultime cinque gare e 28 punti in classifica, è appaiata al settimo posto della classifica con la Dinamica Generale Mantova. Il team gialloblù realizza 73,7 punti a partita, tirando con il 52% da 2, il 35% da 3 e il 76% a cronometro fermo, dispensando 13,7 assist e raccogliendo 33,5 carambole (di cui 8,8 offensive) per match. Top scorer degli scaligeri è il funambolico Michael Antonio Frazier II, autore di 17,5 punti a partita (54% da 2, 36% da 3, 76% ai liberi). Lo starting five di coach Dalmonte, allenatore dall’esperienza infinita e dalla grandissima intelligenza tattica, prevede solitamente il play ex Torino e Union Olimpija Dawan Robinson (miglior assistman Tezenis con 3,7 assistenze ad incontro) e la già citata guardia Frazier. Le ali venete sono Marco Portannese, visto nella passata stagione con la canotta di Scafati, con la quale è stato premiato MVP delle final eight di Rimini (vinte proprio dalla compagine campana), l’ala centro Dane Diligero (7,6 ppg), nello scorso campionato a Siena. Sotto le plance, conquistatosi la fiducia del coach a suon di esperienza e pick’n pop lotterà David Brkic (8,8 ppg). La panchina gialloblù è composta dal play Andrea Amato, proveniente dalla Vanoli Cremona Basket (ma in prestito dall’Olimpia Milano), dal play Nicolò Basile, confermato dopo la passata stagione, dalla guardia/ala Giorgio Boscagin, capitano, prodotto delle giovanili gialloblù che dal 2011 veste la canotta veronese dopo un passato a Reggio Emilia, Varese e Teramo, l’ala classe ’97 Leonardo Tote’, vincitore della scorsa serie A2 con la canotta di Brescia e l’ex Reggio Emilia Giovanni Pini (5,25 ppg). La formazione veneta è una squadra di grande tonnellaggio composta da giocatori fisicamente possenti, di grande stazza fisica di ottime qualità tecniche. L’abilità di Frazier al tiro e nell’uno contro uno, la classe di Portannese, la solidità e l’esperienza di Robinson e l’imprevedibilità di Brkic, bravo sia sotto canestro che nel tiro dalla lunga distanza sono solo alcuni fattori di un team che fa della coesione la propria arma principale. 

Dal versante veronese coach D’Almonte mostra di aver grande chiarezza a proposito di quelli che saranno i temi principali della gara di domenica: “È una partita insidiosa, perché le motivazioni di Chieti li forzeranno a giocare una gara da ‘dentro o fuori’ volendo e dovendo sfruttare il fattore campo per la corsa alla salvezza diretta. Ci aspettiamo una squadra molto aggressiva su entrambe le parti del campo. La nostra capacità di pareggiare il loro impatto emotivo e di eludere tecnicamente l'aggressività di Chieti, controllando ogni singolo possesso sia offensivo sia difensivo, sarà la chiave per indirizzare il match. Importante da parte nostra concentrare le giuste attenzioni contro i loro punti di forza tecnici e statistici fra Golden, Davis e Mortellaro, tenendo alta allo stesso tempo l’attenzione contro potenziali extra player”.


Per le Furie, pertanto, si prospetta un’altra domenica pomeriggio tutt’altro che facile. Ci vorrà una partita, soprattutto difensiva, vicina alla soglia della perfezione per tradurre in punti l’impegno e di questo è ben consapevole Maurizio Bartocci: “Dopo la sconfitta patita contro Recanati, ci aspetta una partita durissima contro Verona, una delle squadre più in forma del momento, dotata di grandissima qualità e di enorme talento. Per vincere Dobbiamo dovremo migliorare le nostre ultime prestazioni, specie nella fase difensiva che a Recanati è stata ben al di sotto dei livelli di sufficienza. Sarà una partita difficile ma dovremo ad ogni costo vincere se vogliamo salvarci. Da adesso, dovremo affrontare ogni partita con la massima energia possibile per riscattare queste ultime sconfitte e ottenere più punti possibili”. Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Mattia Venucci: “Verona è una squadra costruita con italiani di esperienza e di categoria e con americani di grande talento. Batterli non sarà per niente facile ma siamo obbligati a farlo. Ma a questo punto ritengo che per raggiungere la salvezza non abbia più alcun senso proiettarci più di tanto sugli avversari che di volta in volta ci troveremo ad affrontare da qui alla fine della stagione. Sarà fondamentale concentrarci su di noi, per far crescere il nostro approccio mentale alle gare, l'intensità continuativa per tutti i quaranta minuti di gioco e soprattutto la voglia di vincere”. 

 

SERIE A2 CITROËN 2016-2017 

27^ giornata, dodicesima di ritorno 

CALENDARIO 

Nel girone Est di Serie A2 Citroën si gioca la 27^ giornata, dodicesima di ritorno. Sette gare in programma domenica 2 aprile, alle 14.15 Forlì-Virtus Bologna in diretta su Sky Sport 2 HD. Il derby romagnolo tra Ravenna e Imola è posticipato a mercoledì 5 aprile. 

Domenica 2 aprile, ore 14.15 

Forlì: Unieuro-Segafredo Virtus Bologna 

Domenica 2 aprile, ore 18.00 

Chieti: Proger-Tezenis Verona

Jesi: Termoforgia-Visitroseto.it Roseto

Mantova: Dinamica Generale-Alma Trieste 

Bologna: Kontatto Fortitudo-Assigeco Piacenza 

Villorba: De’ Longhi Treviso-US Basket Recanati 

Ferrara: Bondi-GSA Udine 

Mercoledì 5 aprile, ore 20.30 

Ravenna: OraSì-Andrea Costa Imola 

CLASSIFICA

Segafredo Virtus Bologna 36, De' Longhi Treviso 36, OraSì Ravenna 34, Alma Trieste 34, Visitroseto.it Roseto 32, Kontatto Fortitudo Bologna 30, Tezenis Verona 28, Dinamica Generale Mantova 28, G.S.A. Udine 24, Assigeco Piacenza 24, Termoforgia Jesi 22, Bondi Ferrara 22, Andrea Costa Imola 18, Proger Chieti 18, Unieuro Forlì 16, US Basket Recanati 14 

 

FURIE COMMUNICATION AND PRESS OFFICE MNAGER

MASSIMO RENELLA