• 21 Maggio 2017
  • 409

Game over! Fine di un sogno.

Ancora una volta le Furie crollano nel terzo quarto.

UNIEURO FORLI’ - PROGER CHIETI 91-83 (28-22; 47-46; 74-57)

Non riesce l’impresa alla Proger Chieti che, dopo la sconfitta (91-83), è costretta a salutare la serie A2. Nuovamente fatale uno sciagurato terzo quarto, con gli arbitri che hanno tempestato di antisportivi e tecnici gli uomini di coach Di Paolo, capaci di un sussulto che comunque non ha concesso loro di rientrare in partita. 

CRONACA

Alla contesa iniziale i padroni di casa schierano Adegboye, Bonacini Johnson, Castelli, Amoroso, rispondono le Furie scendendo sul parquet con Golden, Piccoli, Davis, Allegretti, Mortellaro. L’avvio di gara vede entrambi gli attacchi prevalere sulle difese, con i padroni di casa che vantano ottime percentuali dal campo e Chieti che, grazie al costante raddoppio su Golden, trova sotto le plance praterie che Mortellaro sfrutta più che degnamente. Il batti e ribatti iniziale viene sbloccato da un parziale di 9-2 in termine di periodo, conclusosi con una disattenzione difensiva dagli abruzzesi punita da un rapido contropiede griffato da Bonacini. Al decimo il risultato sorride ai padroni di casa (28-22) con Mortellaro miglior realizzatore (12 punti) seguito da Piccoli, Castelli e Rotondo (5 punti). La seconda frazione vede i padroni di casa provare ad incrementare il proprio vantaggio ma Chieti è ben pronta a rintuzzare i tentativi di fuga degli ospiti e, grazie alla tripla di Fallucca prima e Golden poi, costringe Valli a chiamare timeout a 06:30 dalla pausa lunga (35-32). Proprio a causa del nervosismo del tecnico romagnolo, in seguito ad un tecnico fischiato alla panchina, Chieti impatta la parità a quota 35. Forlì è lesta a riportarsi in vantaggio grazie alla tripla aperta di Johnson ma gli ospiti sono ben determinati e, a seguito all’1/2 dalla lunetta, coach Di Paolo chiama timeout (39-37) a quasi sei minuti dall’avvio del quarto. Le squadre scendono nuovamente  in campo e Chieti trova il pareggio con Mortellaro (39-39). Adegboye è lesto a ridare il vantaggio ai padroni di casa e, in seguito ad un alquanto dubbio antisportivo a Venucci (su un fallo a centrocampo con due giocatori della propria squadra a difesa del canestro), con Ferri che scarabocchia dalla lunetta (1/2, 42-39 a 03:24 dalla pausa lunga). Chieti lotta con le unghie e con i denti, trovando nuovamente, grazie ad una tripla di Davis, la parità a quota 44. Chieti ci crede e con un reverse di Turel nato da un grande assist di Piccoli si porta nuovamente in vantaggio (45-46) ma un grandissimo canestro di Adegboye porta le squadre alla pausa lunga sul 47-46 Forlì. Al ventesimo i migliori realizzatori della contesa sono Johnson, Castelli e Adegboye (7 punti ) per i padroni di casa, Golden e Mortellaro (14 punti) per gli uomini di coach Di Paolo. 

La ripresa delle ostilità vede un Johnson scatenato che, con i suoi cinque punti, costringe coach Di Paolo a chiamare timeout dopo meno di due minuti, con il tecnico teatino che cerca un modo per arginare l’emorragia di punti subiti che sta colpendo i suoi uomini (52-46). Forlì continua a macinare gioco e, nonostante i canestri di Mortellaro e Sergio, la tripla di Johnson riporta nuovamente Forlì sul massimo vantaggio (59-50) a poco meno di sei minuti dall’ultimo mini intervallo. I padroni di casa, nonostante diversi errori dal campo, raccolgono numerosi rimbalzi, guadagnando possessi e secondi preziosi. Golden interrompe la carestia offensiva dei suoi con un gioco da tre punti. Adegboye fa uno su due a cronometro fermo ma la tripla di Johnson e un antisportivo fischiato a Zucca, con un conseguente 2/2 dalla lunetta di Rotondo, porta Forlì al proprio massimo vantaggio di serata 65-53 a tre minuti da fine quarto. La gara si fa nervosa e i romagnoli di casa, approfittando del solito svagato terzo quarto degli abruzzesi, arrotondano il vantaggio grazie alle triple finali di Amoroso e Ferri, con i teatini che al trentesimo dovranno inseguire 14 lunghezze (74-57).

L’ultimo periodo vede Chieti crederci e, grazie alla penetrazione di Fallucca, al 2/2 dalla lunetta di Sergio e al canestro da sotto di Golden, piazza un break di 0-6 in meno di un minuto e mezzo, costringendo Valli a chiamare timeout (74-63). Amoroso, uomo chiave per i padroni di casa, sblocca lo score per i suoi con un canestro in fade away (76-63). Castelli, per qualche parolina di troppo nei confronti dell’arbitro, vede fischiarsi contro un tecnico che Golden realizza (76-64). Gli arbitri continuano a fare di due pesi due misure, giudicando stesse occasioni con fischi diversi e, dopo l’antisportivo a Golden, allo stesso americano viene fischiato un tecnico, con Forlì che fa 5/5 a cronometro fermo (81-64) e si porta sul nuovo massimo vantaggio con un canestro da sotto di Bonacini (83-64). Il match si innervosisce ancora di più, con Forlì che tira ripetutamente a cronometro fermo e Chieti che prova canestri veloci (86-67). Chieti prova a rientrare in gioco con due liberi di Golden e una tripla in transizione nata da una recuperata di Piccoli ma Valli vuole subito parlarne con i suoi, chiamando un minuto di sospensione (86-72) a tre minuti e quarantaquattro dal termine della contesa. Davis realizza in contropiede e Golden dalla lunetta può riportare a 10 la distanza tra i due team (86-76). Chieti si riporta  ameno dieci con il canestro da sotto di Fallucca (87-78). Davis realizza ma quesa volta Adegboye non sbaglia (89-80) ma Johnson dalla lunetta e la tripla di Golden concludono l’incontro sul 91-83 finale, costringendo Chieti alla retrocessione. 

 

UNIEURO FORLI’ - PROGER CHIETI 91-83 (28-22; 47-46; 74-57)

UNIEURO FORLI’ 91: Amoroso 14 (4/6 da 2, 1/1 da 3, 3/4 ai liberi), Adegboye 19 (3/5 da 2, 0/1 da 3, 13/17 ai liberi), Johnson 20 (3/6 da 2, 4/7 da 3, 2/2 ai liberi), Castelli 7 (1/1 da 2, 1/3 da 3, 1/4 ai liberi), Bonacini 4 (2/4 da 2, 0/2 da 3), Ferri 10 (0/1 da 2, 2/5 da 3, 4/6 ai liberi), Rotondo 10 (2/2 da 2, 1/1 da 3, 3/4 ai liberi), Paolin 4 (2/2 da 2, 0/1 da 3), Pierich 3 (1/2 da 3), Ravaioli 0, Del Zozzo NE. 

PROGER CHIETI 83: Golden 32 (6/10 da 2, 3/5 da 3, 11/11 ai liberi), Mortellaro 16 (8/10 da 2), Piccoli 5 (1/3 da 2, 1/2 da 3), Davis 7 (2/2 da 2, 1/3 da 3), Allegretti 0 (0/1 da 2), Sergio 9 (2/2 da 2, 0/3 da 3, 5/6 ai liberi), Fallucca 8 (2/4 da 2, 1/2 da 3, 1/2 ai liberi), Venucci 1 (0/2 da 2, 1/2 ai liberi), Zucca 3 (1/1 da 2, 1/2 ai liberi), Turel 2 (1/1 da 2, 0/1 da 3). 

UNIEURO FORLI’ 91: 17/27 da 2, 10/23 da 3, 27/37 ai liberi, 23 rimbalzi (di cui 4 offensivi) (Castelli e Rotondo 5 di cui offensivi 1), 7 assist (Amoroso 2). 

PROGER CHIETI 83: 23/37 da 2, 6/16 da 3, 19/23 ai liberi, 22 rimbalzi (di cui 3 offensivi) (Golden 8 di cui due offensivi), 12 assist (Golden 5). 

 

FURIE COMMUNICATION AND PRESS OFFICE 

FEDERICO IONATA